Osservatorio Nazionale sul Rischio Eversivo nelle Periferie | OREP

L’Osservatorio sul Rischio Eversivo nelle Periferie (OREP) è un gruppo di ricerca che si prefigge il compito di analizzare e valutare le realtà marginali della società italiana, concentrando la propria attenzione sul rischio eversivo nelle periferie del paese. I più recenti studi sociali dimostrano il rischio presente all’interno dei margini urbani, spesso tralasciati dall’amministrazione pubblica ma sempre più importanti nella compagine sociale.

15519304950_13ec1536d4_bGli ultimi accadimenti di natura terroristica dimostrano come la sottovalutazione di questi ambiti abbia spesso determinato un accentuarsi del rischio eversivo. L’Osservatorio intende contribuire all’analisi di questo contesto, fornendo ulteriori elementi di valutazione per gli attori istituzionali.

Ambiti di ricerca

L’Osservatorio è costituito in un gruppo di ricercatori di altissimo livello, che provvede a tracciare i margini di maggiore rischio sociale in quelle fasce di popolazione che risentono in modo particolare della crisi economica. L’analisi quantitativa sul campo è affiancata da un lavoro di approfondimento qualitativo degli ambiti studiati.

Gruppo di lavoro

Il gruppo è composto da cinque analisti scelti tra le maggiori realtà accademiche e scientifiche del paese, grazie alla collaborazione di centri di eccellenza italiani e stranieri. Gli studiosi possono vantare diverse esperienze pregresse, sul campo in Italia e all’estero, con diverse pubblicazioni e analisi dedicate ai temi affrontati.

Le attività di ricerca sono coordinate da un Consiglio Scientifico, composto da cinque eminenti personalità del mondo politico e culturale, che forniscano l’indirizzo di ricerca su cui la squadra operativa possa agire e che diano una propria valutazione periodica del lavoro svolto.

Prospetto operativo

L’Osservatorio ha l’obiettivo di analizzare le periferie e la marginalità sociale, contribuendo alla diffusione pubblica dei prodotti di ricerca realizzati. In particolare sono previste una pubblicazione trimestrale sui temi di analisi e un report annuale che illustri, in modo sintetico ed efficace, il quadro sociale riscontrato dall’Osservatorio.